Armi&Bagagli e Usi&Costumi

Quella che conosciamo come Armi&Bagagli ha preso forma nel lontano 2005 a Bondeno, Massimo Andreoli, presidente del CERS Italia, vedendo il numero di rievocatori che annualmente andavano fino in Inghilterra ad equipaggiarsi al mercato che vi si organizzava si chiese se non fosse possibile replicare quella esperienza in Italia.

“Bondeno, nel 2005, con solo sedici banchi…a pensarci sembra un secolo fa.”

La svolta di Armi&Bagagli è sicuramente stata nel 2007 con il passaggio a Piacenza Expo e il connubio lavorativo con la ditta Estrela di Milano di Cesare Rusalen, che ha dato un valore aggiunto indispensabile: il know-how del settore fieristico. Poi la nascita di Usi&Costumi che è stato invece un caso fortuito: la fiera di Ferrara aveva intenzione di proseguire le esperienze simili tenute in passato, e si rivolse a Estrela per una sorta di rilancio.

“fu, in fondo, quasi un ritorno alle origini visto che Bondeno dista solo pochi chilometri…”

Anche il nome nasce dall’intuizione di un giovanissimo rievocatore, che adesso è uno dei migliori in Italia per l’Evo antico: ulteriore motivo di soddisfazione. L’apertura verso il turismo, invece, nasce dalla continua richiesta di esperienze di viaggio che includano una maggiore e più completa fruizione dei beni culturali: sono stati più gli operatori del settore, che non i rievocatori, a favorire la nascita di ViaHistorica.

10750358_389786214505743_2665862758358580303_o

Queste fiere non vivono solo di rievocatori, l’atmosfera di festa e di storia, di allegria e passione interessa anche i semplici “curiosi” perché sono fiere davvero belle e ricche di emozioni, sapori, suoni… un vero e proprio mondo, composto da storici, artigiani, appassionati, sportivi, che a cadenza più o meno settimanale passano il proprio sabato e domenica indossando armature da Legionario romano, vesti da sacerdote, uniformi della Prima o Seconda Guerra Mondiale piuttosto che Napoleoniche o Risorgimentali oltre a musicisti, saltimbanchi e altri artisti che intrattengono i visitatori agli eventi rievocativi.Entrambe le iniziative sono un condensato di tutto questo e forniscono ai visitatori non rievocatori una rapida occhiata su ciò che possono vedere alle feste durante l’estate. Andreoli ricorda con nostalgia la primissima edizione di Armi&Bagagli quando, per risparmiare sui guardiano, gli organizzatori dormirono nel padiglione in sacco a pelo…anni luce da Usi&Costumi, scelta dall’Archeologo Prof. Manacorda per alimentare la discussione sulla sua proposta di ricoprire con un calpestabile in legno i sotterranei del Colosseo. Ma ricorda anche 12 anni di risate, perché per tutto lo staff il divertimento rimane una componente fondamentale in una situazione di così grande stress.

“Per lo più diventano esilaranti certi siparietti con artigiani dell’est Europa, che masticano poco l’inglese, con cui si creano situazioni degne dei Monty Phyton.”

12307380_533733906777639_6393535889975236637_o

Il fare, o ancor meglio il saper fare, è la base su cui si sta sviluppando un intero comparto economico e commerciale. Sempre di più saranno le eccellenze artigianali o enogastronomiche ad attirare investimenti e progetti di sviluppo. Non solo nel campo turistico, dove per esempio gli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa coinvolgono tutti i settori presenti nelle fiere.

“Penso per esempio al cinema: proprio alla prossima edizione di Usi&Costumi verrà presentato al pubblico il documentario internazionale “Leonardo, l’uomo che salvò la scienza”, alla cui realizzazione hanno preso parte artigiani del CERS e rievocatori da un po’ tutta Italia.

Ormai il viaggiatore non si mette più in cammino per andare solamente al mare o in montagna, non è più il riposo bensì la sete di conoscenza che muove le masse turistiche del terzo millennio: e quale migliore attrattore di un luogo di eccellenza archeologica storica, reso vivo e quindi più comprensibile al vasto pubblico dalla presenza di operatori adeguatamente formati, abbigliati ed equipaggiati. Là dove fino a qualche tempo fa non esisteva comunicazione tra comparti piuttosto stagni, ora vi è dialogo e collaborazione: non è poi così raro, a Usi & Costumi, veder camminare fianco a fianco o sperimentare empiricamente una replica di arma o di attrezzo importanti docenti universitari, direttori di musei, operatori turistici e…druidi, senatori romani, combattenti Longobardi, militi Duecenteschi, nobili rinascimentali e così via.Il mondo della rievocazione si basa su un metodo di ricerca, prima, e applicazione, poi, che rende i Rievocatori Storici strumento efficace e sempre più utilizzato nell’ambito della divulgazione storica, di qualsiasi epoca. Per questo l’attività rievocativa, al momento oggetto di una legge nazionale di riconoscimento e sostegno all’esame della Commissione V della Camera dei Deputati, ha da tempo persa quell’aura negativa di “carnevalata fine a se stessa” per divenire qualche cosa di più importante: un vero e proprio strumento per la valorizzazione di beni culturali e paesaggistici nell’ambito del cosiddetto Turismo della Memoria.

12309828_533734146777615_6503278792477332043_o

Queste fiere quindi sono certamente un momento di ritrovo irrinunciabile per chi opera a diverso titolo nella salvaguardia e valorizzazione dei beni culturali, ma anche una due-giorni dove chiunque può addentrarsi nello straordinario universo delle tradizioni nostrane, certo di incontrare soltanto eccellenze – storiche, ricostruttive, artigianali, enogastronomiche – che sono la base su cui l’intero Occidente può e deve costruire il futuro delle proprie generazioni.Ma Massimo Andreoli, Cesare Rusalen e tutto lo staff, guardano al futuro….

Queste fiere quindi sono certamente un momento di ritrovo irrinunciabile per chi opera a diverso titolo nella salvaguardia e valorizzazione dei beni culturali, ma anche una due-giorni dove chiunque può addentrarsi nello straordinario universo delle tradizioni nostrane, certo di incontrare soltanto eccellenze – storiche, ricostruttive, artigianali, enogastronomiche – che sono la base su cui l’intero Occidente può e deve costruire il futuro delle proprie generazioni.Ma Massimo Andreoli, Cesare Rusalen e tutto lo staff, guardano al futuro….

“La contemporaneità di ExpoArc con Armi&Bagagli crediamo sia una mossa vincente, ma la certezza l’avremo solo tra un paio d’anni. Ma siamo sicuri che Expo Arc sia, è proprio il caso di dirlo, l’ennesima freccia per il nostro arco creativo.”

Sito armiebagagli.org

Sito usiecostumi.org

Facebook Iconfacebook like button